• 011729426
  • 3388819414
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Notizie H2TO

sei nell'archivio delle notizie. Se sei un socio o fai parte dello staff potrai vedere anche le notizie a te dedicate

Vacanza a Sharm el-Sheikh, 24 Maggio 2019 – 1 Giugno 2019

Sono Alessandra, una studentessa di biologia con la passione per il mare e posso affermare che questo è stato uno dei viaggi più belli che ho fatto. Sono partita con molte aspettative e direi che tutte sono state confermate. Con l’associazione H2TO abbiamo soggiornato presso il Royal Grand Sharm Resort e ci siamo appoggiati al Scubadreamer Diving College per le nostre immersioni. Le giornate con partenza in barca dal porto erano un vero e proprio “full immersion” nel mare. I siti di immersione visitati sono stati:

  • Turtle Bay (sito posizionato davanti al nostro Resort) con la sua abbondanza di coralli sia rigidi che molli, pesci farfalla, pesci sergente, pesci angelo e una gigante turbinaria;
  • Tower con il suo profondo canyon, le cui pareti discendono verticalmente a oltre 120 metri di profondità , ha un paesaggio sottomarino di impressionante bellezza, ricco di fauna di barriera con numerosi pesci pappagallo e pesci leone;
  • Ras Umm Sid è il nome del promontorio sormontato da un grande faro che segna l’inizio dello stretto di Tiran sulla costa occidentale e questo sito di immersione ci offre una vista su splendide foreste di gorgonie, una ricca fauna di scogliera e pelagica, tra cui pesci pappagallo, pesci napoleone, pesci leone, pesci di vetro e barracuda;
  • Jackson Reef è il più settentrionale dei reef di Tiran ed è caratterizzato dalla presenza di un relitto; in questa zona si possono facilmente osservare sia tartarughe e grandi pesci pelagici ma anche i piccoli pesci pagliaccio nei loro anemoni.
  • Ras Nasrani è famoso per i suoi numerosi piccoli crostacei;
  • Jackfish Alley, insieme a Ras Ghozlani e Shark & Yolanda Reed è situato nel parco nazionale di Ras Mohammed, ed è così chiamato per la presenza di una vera e propria strada sabbiosa; con il suo paesaggio marino straordinario, composto da grotte che creano effetti di luce incredibili, permette di osservare pesci vetro, pesci balestra, trigone a macchie blu;
  • Ras Ghozlani in cui si possono trovare pesci palla, pesci di vetro, cernie, trigoni a macchia blu, anemoni e gorgonie.
  • Shark & Yolanda Reef è il sito subacqueo più famoso e frequentato del Mar Rosso per la varietà dei paesaggi e soprattutto per l’abbondanza della fauna sia di barriera che pelagica. L’immersione inizia in corrispondenza di un pianoro chiamato comunemente Anemone City per la sua numerosa popolazione di anemoni, successivamente dopo aver nuotato per alcuni minuti nel blu si arriva a Shark Reef segnalato dall'inconfondibile profilo di alcune gorgonie, dopo alcune decine di metri si giunge sulla sella sabbiosa che collega Shark a Yolanda Reef. A fine immersione si possono osservare i resti della Yolanda (nave mercantile che trasportava sanitari e vasche da bagno). In questo sito la concentrazione faunistica è assolutamente eccezionale e si possono trovare: pesci pipistrello, barracuda, carangidi, cernie, pesci napoleone, pesci coccodrillo, pesci balestra, murene ma anche alcune tartarughe.
  • Thistlegorm, nome che in gaelico significa “Cardo blu” era una nave da trasporto inglese che venne attaccata nella notte tra il 5 e il 6 ottobre del 1941 e colò a picco in assetto di navigazione su un fondale di circa 30 metri. L’esplorazione del relitto viene effettuata in due immersione la prima è una visita generale esterna del relitto, mentre la seconda permette l’esplorazione interna delle stive. Si possono osservare due locomotive, munizioni, motociclette trasportate da camion, jeep, stivali, copertoni, ali di aereo, il tutto, ormai appartenente al mare, colonizzato da un enorme varietà di fauna e flora.

Questo viaggio mi ha suscitato tantissime emozioni, dalla curiosità in quello che avrei visto, all'entusiasmo dato dal cuore pieni di gioia ogni volta che uscivo dall'acqua dopo un’immersione, fino alla tristezza prima della partenza, ma con la speranza di tornarci presto. Ogni volta che mi immergevo mi innamoravo sempre più di questo mondo, ma l’aria dopo un po’ finiva e quindi dovevo uscire e tornare alla realtà, si alla realtà perché la sotto, in acqua, era davvero come essere in un sogno.

Alessandra


© 2020 ASD Subacquea H2TO - CF 97735750016 - Sviluppato da ITACAD